Australian Open: parla Zverev e James Allsop su Djokovic

zverev

La dichiarazione di Alexander Zverev è sicuramente molto rimbombante e anche abbastanza grave se fosse davvero confermata.

Il tennista tedesco, infatti, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Qui all’Australian Open non ci fanno i tamponi e nessuno ci controlla. Ci danno solo i kit fai da te e poi nessuno ci chiede i risultati del test.”

Primo tennista positivo al Covid-19 anche agli Ausralian Open, che ha portato così gli altri tennisti ad iniziare a porsi delle domande legittime sull’eseguire maggiori controlli durante tutta la manifestazione.

Tutto è partito dal francese Ugo Humbert, che dopo essere stato eliminato al primo turno dello Slam a Melbourne (eliminazione non prevista dalle vostre scommesse), ha poi saputo di essere positivo al Covid per essersi fatto il tampone prima di ripartire dall’Australia. Arrivata quindi la notizia, il tennista si è subito messo in quarantena come da prassi.

Vi ricordiamo inoltre il continuo variare delle nostre quote online su tutti i migliori siti stranieri non aams, visto anche l’evolversi delle questioni Covid, con un continuo ribaltamento di pronostici.

La notizia quindi di Humbert positivo solo dopo il controllo per tornare a casa, ha subito fatto scattare la protesta di molti dei principali protagonisti del torneo, tra cui appunto Zverev, testa di serie numero 3, che ha dichiarato di ricevere i risultati dei tamponi fatti. Ha anche aggiunto che molti sportivi sono risultati positivi senza alcun tipo di riscontro. Il Campione ha poi continuato: “Possiamo uscire a mangiare, girare per Melbourne, fare ciò che vogliamo. Non siamo più controllati ed è chiaro che possiamo contagiarci perché i numeri in Australia stanno salendo”.

Il tennista tedesco si è praticamente imposto una specie di auto-quarantena, dichiarando di evitare qualsiasi tipo di uscita extra se non per andare al campo di gioco e tornare in albergo. Affermando di essere il Australia solo per giocare lo Slam e quindi non voler correre nessun tipo di rischio inutile.

Praticamente a chi entra al Melbourne Park viene rilasciato un kit fai date per il test rapido e gli organizzatori precisano che gli atleti devono sottoporsi al test esclusivamente se hanno dei sintomi.

La campionessa femminile, anche lei numero 3 al mondo, Garbine Muguruza ha ironizzato che è come un optional la questione del tampone, dicendo poi che lei praticamente se li fa in albergo da sola ogni due giorni, anche senza nessun tipo di obbligo. Continua affermando poi, che nel momento di arrivo allo stadio, nessuno degli atleti è obbligato a mostrare i risultati.

Tutti gli atleti iscritti all’Australian Open devono, per legge, essere vaccinati o avere comunque un’esenzione (motivo per cui Djokovic è stato rispedito a casa) e al loro arrivo in Australia, si sono sottoposti uno ad uno ad un ciclo di tamponi molecolari per la durata di sette giorni. La maggior parte dei tennisti però, si trova a Melbourne da molto più tempo di una settimana.

In parallelo a tutto questo, come dà pronostici ha riparlato un paio di giorni di fa James Allsop, capo dei tre giudici del collegio della Federal Court sul tema Djokovic. “Una star così importante del tennis può influenzare persone di tutte le età e luoghi, ma soprattutto i giovani e più suggestionabili, e spingerli a emularlo. Questa non è una fantasia, non servono prove”. Infatti, secondo la corte, la presenza in Australia di Novak Djokovic in Australia avrebbe potuto alimentare il sentimento dei NO-VAX.

Questa è l’ennesima news offerta da www.scommesse-nonaams.com che inoltre vi propone come sempre per le vostre scommesse online, i migliori bookmark stranieri non aams sul web, con quote online sempre più alte e competenti rispetto a quelle classiche dei siti italiani.

Inoltre vi ricordiamo di visitare le nostre recenzioni sui top siti stranieri di scommesse online, come 1Bet, 18Bet, 20Bet.

Ti piace? Condividi con i tuoi amici
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su telegram
Telegram

Ultime News

qatar stadi
Qatar 2022, boom scommesse da 150 milioni
nazionale qatar
Nazionale del Qatar, informazioni e scommesse non aams
qatar 2022
Mondiali Qatar 2022, programma e quote online
camicia nera1
Mondiali in camicia nera (seconda parte)
edberg1
Tennis: Stefan Edberg, il gentiluomo svedese
Scommessa del giorno
22 Novembre 2022
Argentina - Arabia Saudita
Segno: 1Quota: 1,17
Danimarca - Tunisia
Segno: 1Quota: 1,48
Messico - Polonia
Segno: XQuota: 3,00
Francia - Australia
Segno: GolQuota: 2,20
Quota Finale 11,49
VAI ALLA SCHEDINA
Scommetti con le migliori quote