Nazionale del Qatar, informazioni e scommesse non aams

nazionale qatar

Nazionale del Qatar, informazioni e scommesse non aams

Il Qatar è la nazionale artificiale quasi migliore al mondo.

La bizzarra storia della nazionale del Qatar che parte dalla creazione ufficiale di “Aspire” nel 2004, alla preparazione assidua di svariati mesi per il Mondiale 2022.

Polemiche, controversie e molte discussioni, c’è tanto di conosciuto e ancora più di sconosciuto nei prossimi Mondiali in Qatar. Tutto questo, dobbiamo anche ammettere che ha sicuramente qualcosa di affascinante, seppur per molti versi anche “oscuro”. A destare l’enorme curiosità non può che essere la nazionale della “Al-Annabi”, che siamo sicuri sia arrivata al fatidico giorno X con determinazione e voglia di stupire. I grandi investimenti del “piccolo emirato” non sono solo inerenti alle infrastrutture, bensì anche indirizzati proprio sulla nazionale del Qatar: una formazione “artificiale” così definita, un vestito fatto quasi da un sarto su misura per il Mondiale, figlio di un lavoro e di anni di sperimentazione e progettazione.

Mondiale Qatar 2022 iniziato e come non dare una bella occhiata alle nostre quote online non aams per le vostre super scommesse online.

“Aspire”: la creazione artificiale della nazionale del Qatar

La costruzione della nazionale qatariota, parte addirittura nel lontano 2004. In quell’anno fu fondata “Aspire”, praticamente una vera accademia di scienza dello sport, un centro sportivo di quasi 300mila metri quadri, costata la bellezza di un miliardo e trecento milioni di dollari. Una delle menti principe di questo affascinante progetto di Doha è Valter Di Salvo, che ha rilasciato queste parole del progetto: “Aspire è un’accademia della Nazionale, un vero college per i migliori giovani qatarioti, che studiano e si allenano, giocando nei club nel fine settimana. Grazie a questo siamo riusciti a creare un gruppo di giocatori competitivi.”

Entrate da qui nei nostri bookmark non aams, scegli il tuo evento, visita le nostre quote non aams e piazza la tua scommessa online vincente.

Ma di cosa si occupa Aspire?

Oltre ad allenare e formare ed istruire i giovani atleti e calciatori del Qatar, essa si occupa di velocizzare le pratiche di naturalizzazione dei calciatori stranieri in questione. Questo processo ha permesso dunque alla nazione del Qatar di usufruire dell’attività di scouting tra Africa, Sud America e Asia, con lo scopo finale quindi di naturalizzare i giovani ed aumentare il la forza e la conoscenza della nazionale. Nel piccolo stato del Golfo Persico si è andato quindi verso una nazionalizzazione di stranieri in qatarioti. Anche perché il Qatar conta circa tre milioni di abitanti…con una cultura del calcio praticamente nulla.

Detto questo, fa comunque discutere la scarsa presenza di giocatori qatarioti veri e propri nella “Al-Annabi”, ma per la loro nazione, questo non rappresenta un problema, poiché si tratta di un percorso di crescita. Nella rosa finale convocata per i Mondiali sono solo 7 i giocatori nati e cresciuti in Qatar, mentre sono 4 i naturalizzati. Tutti gli altri atleti sono provenienti da altre comunità arabe, arrivate nel piccolo emirato da piccolissimi o nati proprio a Doha.

Un chiaro esempio di questo processo può essere il bomber Almoez Ali, terminale offensivo della formazione. Ali, infatti, è il più grande esempio della forza di “Aspire”. Il classe ’96 è arrivato infatti in Qatar dal Sudan all’età di 7 anni. In seguito a 12 anni entrò a far parte di questa piattaforma. Successivamente il calciatore è stato girato all’Eupen, che sarebbe una formazione belga acquisita dalla famiglia reale per farne un covo di talenti di questo genere.

Guardate sulle nostre piattaforme non aams dove troverete le migliori quote online per le vostre scommesse non aams, senza dimenticare i top casino online.

Occhio alle sorprese: il Qatar si prepara al Mondiale da settembre

La nazionale dell’emirato è ansiosa e pronta ad esordire con l’Ecuador e sicuramente con l’obiettivo di ben figurare in un Mondiale che vedendola padrona di casa, non vorrà fare da cuscinetto. La formazione allenata da Felix Sanchez Bas, tecnico catalano, e anche ex mister del settore giovanile del Barcellona, sta preparando tutta la nazionale da settembre. Proprio per questo, la nazionale del Qatar ha ordinato di fermare il campionato interno da metà settembre così da richiamare tutti i nazionali e prepararsi al top alla Coppa del Mondo. Pensate che alcuni calciatori hanno lasciato i propri club addirittura dallo scorso anno.

Attenzionate dunque tutte le formazioni del suo girone a non sottovalutare i qatarioti: stiamo parlando di una formazione capace di trionfare in Coppa d’Asia nel 2019, vincendo contro una super flotta asiatica del calibro del Giappone.

I ragazzi di Felix Sanchez Bas sono pronti a dire la loro in uno dei Mondiali più discussi della storia. La squadra “creata in laboratorio” è pronta a stupire.

Entrate nei nostri siti non aams e piazzate al meglio le vostre scommesse online.

Ti piace? Condividi con i tuoi amici
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su telegram
Telegram

Ultime News

qatar stadi
Qatar 2022, boom scommesse da 150 milioni
nazionale qatar
Nazionale del Qatar, informazioni e scommesse non aams
qatar 2022
Mondiali Qatar 2022, programma e quote online
camicia nera1
Mondiali in camicia nera (seconda parte)
edberg1
Tennis: Stefan Edberg, il gentiluomo svedese
Scommessa del giorno
22 Novembre 2022
Argentina - Arabia Saudita
Segno: 1Quota: 1,17
Danimarca - Tunisia
Segno: 1Quota: 1,48
Messico - Polonia
Segno: XQuota: 3,00
Francia - Australia
Segno: GolQuota: 2,20
Quota Finale 11,49
VAI ALLA SCHEDINA
Scommetti con le migliori quote