Olimpiadi: Berlino 1936 – Seconda parte

italia 1936

Olimpiadi: Berlino 1936 – Seconda parte

CLICCA QUI PER LA PRIMA PARTE…

L’Italia, presente con 182 atleti (13 donne), conquistò otto medaglie d’oro, nove d’argento e cinque di bronzo. Negli ottanta metri ad ostacoli femminili si laureò campione Ondina Valla, la prima donna italiana a conquistare l’alloro olimpico.

Non vi dimenticare di tenere d’occhio le nostre top quote non aams e puntare così al meglio le vostre scommesse non aams.

Nata a Bologna nel 1916, Ondina Valle esordì giovanissima, ad 11 anni, nel 1927. A 14 anni era già la capitana della squadra azzurra.

Ai campionati mondiali di Praga un medico la sconsigliò di correre perché riteneva fosse afflitta da un vizio cardiaco. Prima appunto negli 80 m ad ostacoli a Berlino, Ondina Valle è stata quattordici volte campionessa italiana battendo 21 primati nazionali, uno mondiale, uno europeo ed uno olimpico.

Nel calcio la squadra degli universitari, allenata da Vittorio Pozzo si rilevò degna della nazionale maggiore che due anni prima si era confermata campione del mondo.

Ne approfittiamo quindi per ricordarvi l’imminente inizio dei mondiali in Qatar 2022 con le rispettive quote online per eccezionali scommesse non aams, senza dimenticare tutti i nostri casinò online non aams presenti qui per voi.

Uno degli artefici della vittoria azzurra fu Annibale Frossi. Di Frossi tutti conoscono le tattiche calcistiche, ma forse pochi ricordano le sue prestazioni in maglia azzurra, che ebbero la consacrazione appunto alle Olimpiadi di Berlino.

Durante questi giochi la squadra italiana conquistò la vittoria nelle eliminatorie contro gli Stati Uniti proprio grazie ad una rete dell’occhialuto giocatore. Frossi realizzò inoltre tre delle otto reti contro i giapponesi e una rete contro i norvegesi che fu determinante per la nostra vittoria.

Frossi siglò poi i due gol decisivi, di cui uno a due minuti dall’inizio del tempo supplementare, nella finalissima contro l’Austria. Questo decisivo incontro si chiuse con la nostra vittoria per 2 a 1.

Nella scherma ben quattro titoli, dei sette a disposizione, furono degli azzurri (fioretto, individuale con Giulio Gaudini, spada individuale con Franco Riccardi, fioretto a squadre e spada a squadre).

Nel pugilato si ebbe il successo di Ulderico Sergio (pesi gallo) e nella vela ci fu l’affermazione della classe 8 metri.

Scommesse non aams, quote online ai massimi livelli e giochi casinò online, tutto qui per voi!

Tra le medaglie d’argento conquistate dagli azzurri meritano una menzione quella di lanzi negli 800 metri e quella della staffetta 4×100 che si classificò alle spalle dei formidabili americani.

I giapponesi costituirono un vero e proprio pericolo nelle prove di nuoto dove si mise in evidenza un medico ungherese, Csik, che si aggiudicò sorprendentemente i 100 metri stile libero.

Tuttavia, il complesso delle gare di nuoto e tuffi fece registrare la superiorità della squadra americana.

In campo femminile il successo femminile toccò alle ondine olandesi. Gli americani conseguirono la loro prima vittoria nel sollevamento pesi massimi e per la prima volta nella storia delle Olimpiadi uno stesso atleta, l’estone Palusalu nella categoria massimi, vinse un titolo nella lotta libera ed in quella greco-romana.

Per la prima volta inoltre fece la sua apparizione alle Olimpiadi la pallacanestro: da allora sino al 1968 vinsero sempre glia americani, che in quella loro prima esibizione presentarono una squadra altissima, 1,91 di media, che schiacciò anche psicologicamente gli avversari.

Entrate nella sezione quote online non aams e puntate al meglio le vostre scommesse non aams sui moltissimi eventi in programma.

I tedeschi dominarono nella ginnastica mentre gli italiani, che avevano conquistato a Los Angeles il primo posto, si dovettero accontentare della quinta posizione, nonostante si fossero battuti tutti con accanimento e bravura.

La mastodontica Olimpiadi berlinese si chiuse con l’arrivederci a Tokio 1940, ma in quell’anno l’Europa era nella morsa della Seconda guerra mondiale.

Dopo Berlino, dunque, sulle Olimpiadi si chiuse nuovamente il sipario.

L’Italia aveva conquistato l’Etiopia. Hitler invece si apprestava a conquistare l’Europa e a distruggere le cosiddette razze inferiori.

Nel 1937 era nel frattempo scomparso l’ideatore dei giochi moderni il barone Pierre de Coubertin. Dovevano trascorrere ancora dodici anni perché le nazioni ritrovassero nuovamente le strade delle olimpiadi.

Gioca ai nostri casino non aams, guarda le nostre quote online e punta la tua scommessa non aams vincente!

Ti piace? Condividi con i tuoi amici
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su telegram
Telegram

Ultime News

qatar stadi
Qatar 2022, boom scommesse da 150 milioni
nazionale qatar
Nazionale del Qatar, informazioni e scommesse non aams
qatar 2022
Mondiali Qatar 2022, programma e quote online
camicia nera1
Mondiali in camicia nera (seconda parte)
edberg1
Tennis: Stefan Edberg, il gentiluomo svedese
Scommessa del giorno
22 Novembre 2022
Argentina - Arabia Saudita
Segno: 1Quota: 1,17
Danimarca - Tunisia
Segno: 1Quota: 1,48
Messico - Polonia
Segno: XQuota: 3,00
Francia - Australia
Segno: GolQuota: 2,20
Quota Finale 11,49
VAI ALLA SCHEDINA
Scommetti con le migliori quote